Risposta a LoBianco

A.V.S. Roma 25gennaio 2008

Dott. G.C. Lo Bianco

Carissimo GianCarlo,

rispondo alla tua del 17 c.m. ringraziandoti anzitutto .per la risposta , ma soprattutto per il suo contenuto .

Credimi , per me è stata come una boccata di ossigeno !

Hai ben compreso lo spirito della iniziativa che dovrebbe caratterizzare l’azione dei VIDONIANI !

Ad oggi ho spedito una quarantina circa di lettere : avete fin qui risposto per iscritto in due : tu ( e la tua è molto argomentata ) e …..Cassese , che però si riserva di sentire anche Quaranta , per chiarire ovvie ragioni di compatibilità con la carica ! Ma intanto ci prende sul serio :

Scontato l’assenso di Gaspari ( che anzi comincia a darci una impegnativa valida mano ) ho avuto finora il consenso telefonico di altri cinque amici ( compreso il sen. Zanda ) . Attendo però fiducioso anche altre risposte che non esito definire di peso come quella di Frattini.

Tu mi dici che ben venga una iniziativa di rilancio del “ simbolo “ delle riforme amministrative del nostro Paese ,per ridare dignità ad una funzione pubblica bistrattata e vilipesa oltre i suoi demeriti .

Sento vibrare nelle tue parole la mia stessa passione , il mio desiderio del suo rilancio, a cominciare dalla riscoperta della “ vera dirigenza “ ,quale autentico “ raccordo naturale fra politica ed amministrazione “ , nella razionale distinzione dei ruoli fra chi fa scelte politiche sugli obbiettivi e ne dà direttive generali e tempi , e chi invece ha la responsabilità di organizzare tutte le risorse occorrenti ( umane, finanziarie, strumentali e perfino procedimentali ) per il loro raggiungimento. Che è il cuore della vera riforma !

Ma in che modo ? Nel nostro ultimo incontro ho lanciato timidamente l’idea di un sito internet ( o qualcosa di simile ) “ I VIDONIANI “ ,in cui esporre e dibattere pubblicamente le nostre idee maturate in anni di studio e di esperienze, formatesi alla grande scuola di Chi ci ha insegnato ad operare “ con spirito di servizio “ , alla luce dell’art.98 della Costituzione !

Che ne pensi ? Entreresti eventualmente a far parte del relativo corpo redazionale ? Ci conto . O hai invece altre proposte alternative da suggerire ?

Ti sono grato in ogni caso per aver risposto all’appello e per l’attenzione che mi dedichi .. Vivissime cordialità.

Medaglia, proposta, programma

PROGRAMMA DI MASSIMA PER LA CONSEGNA DELLA MEDAGLIA

FINALITA ‘ : Le Medaglie , d’argento e di bronzo , del Dipartimento costituivano occasione di ricordo e di riconoscimento dell’attività in esso prestata ,al momento di lasciare il servizio : titolo quindi di autentica benemerenza: per il lavoro svolto !

Quella d’oro venne coniata per Cossiga , già Ministro della Funzione Pubblica divenuto nel frattempo Capo dello Stato .

Sostanzialmente una tale iniziativa aveva allora ed ha pure adesso un grande valore simbolico e ideale , in quanto in tal modo si intende dare riconoscimento morale , non solo alla persona , ma anche a tutti coloro che ,nel tempo e nei diversi ruoli, avevano servito il Dipartimento dando lustro alle sue iniziative e alle sue finalità!

MODALITA ‘

1) Contattare Cossiga ,se condivide e gradisce . Potrebbe essere buon tramite il Sen. Zanda che di Cossiga era il segretario particolare a Palazzo Vidoni.

2) Contattare il MINISTRO della FUNZIONE PUBBLICA,custode attuale della Medaglia e quindi “dominus “ della vicenda , se intende farsi promotore della iniziativa presso il CAPO ATTUALE dello STATO , che ritengo sia l’UNICA AUTORITA ‘ legittimata alla consegna e per ovvie ragioni.

3) Definire il DOVE : potrebbe essere il Quirinale : Preferibile però , stante anche il valore simbolico della iniziativa , Palazzo VIDONI , Sala Caffarelli, sede del Dipartimento !

4) QUANDO : La ricorrenza del 60° anniversario della Costituzione potrebbe costituire motivazione ragionevole per la circostanza.. Ovviamente andrebbe fissata dal Cerimoniale del Presidente , compatibilmente con gli altri suoi impegni.

5) PARTECIPANTI : oltre alle solite AUTORITA ‘ , non possono mancare i Vidoniani , in rappresentanza di tutti , anche di chi non c’è più ( a cominciare dal prof.Giannini ,Sepe, Califano , Di Gregorio,Macrì Morra ,Pezzano etc.anche loro Vidoniani!)

INIZIATIVA

Potrebbe consistere in una petizione motivata dei VIDONIANI al Ministro della Funzione Pubblica . Ma occorrerebbe che essa fosse fortemente sponsorizzata da PERSONAGGI di spicco e.. di peso , come Remo Gaspari , più volte indimenticato Ministro della Funzione Pubblica , da solo o insieme con altri ex Ministri della Funzione Pubblica come Cirino Pomicino , Cassese e Frattini o Giudici della Corte Costituzionale come lo stesso Cassese e Quaranta !

Lettera a Gasperi – consegna medaglia

A.V.S On.le Remo Gaspari.

Caro Onorevole ,

mi riferisco alla nostra ultima telefonata per consegnarLe, a completamento , l’ unita documentazione , che potrebbe riuscire utile ad ogni buon fine.

1) Bozza di programma per la consegna della medaglia

2) Lettera inviata ai VIDONIANI per notizia e avere consensi

3) Copia della lettera inviata a Cossiga ,su suggerimento del Sen.Zanda

4) Copia della lettera inviata ai Vidoniani ,dopo il riconoscimento di Frattini

5) Memoria del perché ….essere Vidoniani

6) Lista attuale dei Vidoniani

Le allego inoltre una altra copia del volumetto tascabile da me predisposto per gli ex-Allievi di Don Bosco dell’Unione S.Cuore di via Marsala : Detta copia è però nella versione da me predisposta per i miei Vecchi Allievi superstiti , in occasione della celebrazione dei cinquant’anni di diploma celebrati ,insieme ancora una volta, nella scorsa estate!

Spero di farLe anche così cosa gradita .

La saluto cordialmente.

Lettera a Cossiga

A .V. S . Sen. Prof. FRANCESCO COSSIGA

Presidente emerito della Repubblica

Senato della Repubblica

Sig. Presidente,

un suo illustre giovane successore alla guida del Dipartimento della Funzione Pubblica, al quale ebbi modo di chiarire il significato del motto A,V.S, adottato tempo addietro nel Dipartimento stesso ( e in particolare nella Scuola di formazione dirigenziale, allora da me diretta ), nella sua gentile risposta pose in risalto lo spirito di appartenenza per ciò che Palazzo Vidoni aveva significato e significava ancora per me . E non solo per me io aggiungo, ma per molti altri ancora : spirito di appartenenza che ci ha indotti a definirci ………” I VIDONIANI “ e a rivederci di tanto in tanto per una …..rimpatriata amichevole , e non solo !

Ora porto a sua conoscenza che a metà degli anni ottanta vennero fatte coniare delle medaglie , raffiguranti Palazzo Vidoni ,di argento e di bronzo , per darle in omaggio a ospiti di riguardo e anche, al momento di lasciare il Dipartimento, a chi aveva ben meritato per avervi prestato dignitosamente la propria attività professionale , quale doveroso riconoscimento e a ricordo di esso.

Se ne fece coniare anche una d’oro , una sola , da destinare a Francesco Cossiga ,divenuto allora Capo dello Stato , che del Dipartimento era stato ideatore e ispiratore e che ne era stato anche, per qualche tempo , validissimo Ministro animatore di molteplici iniziative.

Il succedersi di anni drammatici per la storia del nostro Paese non consentì di portare allora a buon fine quel progetto .

Si viene ora a conoscenza che tale medaglia è rimasta in tutti questi anni ben custodita nella cassaforte dell’Ufficio Cassa del Dipartimento

E’ perciò nostro fermo intendimento riprendere seriamente quella iniziativa .

Purchè ovviamente Ella ne convenga e sia consenziente –

La cerimonia di consegna a Lei di questa medaglia , ( chiaramente da parte del Capo dello Stato.

il solo a mio parere legittimato a farlo ) , nei modi , nel tempo e nel luogo da convenire , oltre che riconoscimento delle benemerenze acquisite dalla sua persona e per la sua carriera politica , assumerebbe anche un alto valore morale e ideale di doveroso riconoscimento , per suo tramite , anche nei confronti di tutti coloro che ( anche se non sono più presenti tra di noi), nei diversi ruoli, hanno profuso , nel tempo , anima e vita , tempo , ingegno e passione per dare lustro al Dipartimento della Funzione Pubblica e alle sue molteplici iniziative e attività .

: Gradisca , Sig. Presidente , i sensi della mia devozione e della mia imperitura riconoscenza.

Lettera a Zanda

A.V.S. Sen. Luigi Zanda .

Senato della Repubblica

ROMA

Caro Luigino,

come mi hai suggerito ho scritto direttamente al Presidente .Te ne allego copia .

Ti allego altresì copia di un programma di massima da servire per la nostra iniziativa

Allegp altresì copia della lettera che sto inviando a tutti i VIDONIANI per allargare la base della iniziativa .

Ti informo inoltre che l’on.le Gaspari ( con il quale ho parlato ieri per telefono ) interverrà su Prodi perché Nicolais si allinei !

Mi pare che la cosa stia partendo bene .

Che ne pensi?

Cari saluti

lettera ai Vidoniani Medaglia

A.V.S.

Ai VIDONIANI

Roma 8 Genn. 2008-

Carissimo.

Anzitutto rinnovo gli auguri cordiali per un felice anno nuovo a Te e familiari!

Scopo di questa mia è cominciare a organizzare per tempo il prossimo incontro di fine mese , all’incirca (secondo quanto stabilito prima di lasciarci lo scorso 14 di dicembre), indicando una data, possibilmente comoda per tutti, al nostro bravo coordinatore Mariano ( xxxxxx tel-xxxxxxxxxx)

Con l’occasione pongo alla attenzione e valutazione di tutti quanto segue .

A metà degli anni ottanta vennero coniate dalla Zecca dello Stato delle medaglie ricordo del Dipartimento ( la cui effigie è riportata anche sulla copertina della Rivista Funzione Pubblica ) , d’argento e di bronzo, per darle in omaggio a ospiti di riguardo del Dipartimento , ma anche al proprio personale ,al momento di lasciare il servizio,quale doveroso riconoscimento e ricordo per chi aveva ben meritato per avervi prestato dignitosamente la sua attività professionale .

Ne venne coniata anche una d’oro, da destinare a Francesco Cossiga, allora Capo dello Stato , che del Dipartimento era stato ideatore e ispiratore ( v. art 27 L. 29 marzo 83 n° 93 in Le nuove Leggi Civili Commentate – 1984) e che ne era stato anche valido Ministro per qualche tempo .

Il succedersi di anni drammatici per la storia del nostro Paese non consentì di portare a buon fine quella iniziativa .

Si potrebbe fare ora un qualche nuovo tentativo in tal senso, dato il tempo trascorso e il mutato clima politico? Che ne pensi ?

Sembra infatti che la medaglia sia rimasta in tutti questi anni ben custodita nella cassaforte dello ufficio Cassa del Dipartimento!

C’è suggerimento da dare specialmente per quanto riguarda iter , modalità , tempi e luogo ? Ne sarei veramente grato.

Penso infatti che sono da coinvolgere in ogni caso oltre che ovviamente l’interessato ( Cossiga ), naturalmente il Ministro attuale della Funzione Pubblica ,quale custode della medaglia e di fatto proponente ufficiale della sua consegna e anche, io ritengo , l’attuale Capo dello Stato ,per la cerimonia della consegna della medaglia , nella sua veste di suprema autorità rappresentativa della P.A..

Ma insieme anche tutti i VIDONIANI come proponenti effettivi della iniziativa o gruppo di pressione, presenti in ogni caso alla cerimonia della consegna di una tale alta benemerenza . Il che assumerebbe sostanzialmente il valore di un riconoscimento collettivo ideale anche nei confronti di tutti coloro che , nei vari ruoli ,( anche se non più presenti !) hanno dato anima e vita,ingegno e lustro, nel tempo, alle molteplici attività del Dipartimento !

Un caro saluto e resto in attesa di graditi suggerimenti ed eventuali discrete iniziative.

Lettera a On Gaspari

A.V.S. Roma 4 gennaio 2008

On.le Avv. REMO GASPARI

Carissimo Sig. Ministro,

con questa mia intendo chiederLe anzitutto scusa per la mia intrusione dell’altra sera:

Quando ho capito che il numero telefonico da me fatto non era quello di Roma , mi sono sentito venir meno per la gaffe e ho perso … la tramontana !

Intendevo rinnovare anzitutto gli auguri di felice anno nuovo a Lei e famiglia e chiederLe quindi una sua indicazione di massima per una data a Lei più comoda per il nuovo incontro di fine gennaio, o giù di lì, dei VIDONIANI ( come stabilito lasciandoci il 14 dicembre scorso ) al fine di dare avvio alla necessaria organizzazione !

Cosa che faccio ora e che Ella potrà comunque concretizzare , se vuole ,nel nostro prossimo incontro , come da Lei programmato nella sua lettera del 30 dicembre , che ho ricevuto ieri.

E adesso spero di non fare un’altra gaffe!

Voglia gradire, sig. Ministro, un umile omaggio . è un tascabile che ho curato personalmente per i Vecchi Allievi dalla Unone S.Cuore di via Marsala . Tanto perché mi è sembrato di capire che anche Lei è devoto del Santo della gioventù . Ora gli ex-Allievi dell’Unione S.Cuore ( però non solo di Roma, ma anche ex-Allievi di altre parti del mondo : il compianto Di Gregorio era ad esempio exAllievo dei Salesiani di Alessandria d’Egitto , io lo sono della Sicilia etc.! ) sono soliti riunirsi una volta al mese , di norma l’ultima domenica del mese , alle ore 10 nella Basilica del S.Cuore di via Marsala per ascoltare insieme la S.Messa e scambiarci subito dopo, nell’annesso Istituto, fraterni saluti nello spirito di Don Bosco.

Sarebbe veramente un gran bel giorno se qualche volta avessimo l’onore di averLa insieme con noi nel nome di Don Bosco!

La saluto cordialmente .

Santo Ch (04/01/2008)