Lettera a On Gaspari

A.V.S. Roma 4 gennaio 2008

On.le Avv. REMO GASPARI

Carissimo Sig. Ministro,

con questa mia intendo chiederLe anzitutto scusa per la mia intrusione dell’altra sera:

Quando ho capito che il numero telefonico da me fatto non era quello di Roma , mi sono sentito venir meno per la gaffe e ho perso … la tramontana !

Intendevo rinnovare anzitutto gli auguri di felice anno nuovo a Lei e famiglia e chiederLe quindi una sua indicazione di massima per una data a Lei più comoda per il nuovo incontro di fine gennaio, o giù di lì, dei VIDONIANI ( come stabilito lasciandoci il 14 dicembre scorso ) al fine di dare avvio alla necessaria organizzazione !

Cosa che faccio ora e che Ella potrà comunque concretizzare , se vuole ,nel nostro prossimo incontro , come da Lei programmato nella sua lettera del 30 dicembre , che ho ricevuto ieri.

E adesso spero di non fare un’altra gaffe!

Voglia gradire, sig. Ministro, un umile omaggio . è un tascabile che ho curato personalmente per i Vecchi Allievi dalla Unone S.Cuore di via Marsala . Tanto perché mi è sembrato di capire che anche Lei è devoto del Santo della gioventù . Ora gli ex-Allievi dell’Unione S.Cuore ( però non solo di Roma, ma anche ex-Allievi di altre parti del mondo : il compianto Di Gregorio era ad esempio exAllievo dei Salesiani di Alessandria d’Egitto , io lo sono della Sicilia etc.! ) sono soliti riunirsi una volta al mese , di norma l’ultima domenica del mese , alle ore 10 nella Basilica del S.Cuore di via Marsala per ascoltare insieme la S.Messa e scambiarci subito dopo, nell’annesso Istituto, fraterni saluti nello spirito di Don Bosco.

Sarebbe veramente un gran bel giorno se qualche volta avessimo l’onore di averLa insieme con noi nel nome di Don Bosco!

La saluto cordialmente .

Santo Ch (04/01/2008)

Lettera a On Giovanardi – ex allievi

On.le Carlo GIOVANARDI

CAMERA dei DEPUTATI

 

 

On.le GIOVANARDI,

mi chiamo Ch. , sono pensionato ultraottantenne,e sono iscritto alla Unione ex-Allievi di D.Bosco xxxxxxx .

Ho letto recentemente in un quotidiano dell’entusiasmo con cui Lei canta talvolta in certi raduni “ Don Bosco ritorna “, arguendo così che anche Lei è un ex-Allievo di D.Bosco., un ex-Allievo non comune al quale potersi rivolgere e di cui fidarsi.

Mi sono già permesso di scrivere, di recente, con poca fortuna purtroppo ,a Silvio Berlusconi , che non ha fatto mai mistero , anche in pubblico ,di essere pure Lui ex-Allievo di D.Bosco , e al Sen. Francesco D’Onofrio ,iscritto addirittura alla Sezione ex-Allievi di xxxxxxx, prospettando quanto segue.

Di norma noi dell’Unione S.Cuore ci vediamo l’ultima Domenica di ogni mese per assistere insieme alla S.Messa , alle ore 10 , nella Basilica del S.Cuore ( l’ultima grande realizzazione di D.Bosco ) e quindi ci scambiamo , sotto la guida di un Padre Salesiano.,in una sala dell’annesso Istituto , saluti e opinioni in una fraterna discussione , che vorrebbe tanto far rivivere , tra l’altro ,la “ Buona Notte “ di D.Bosco.

La Basilica del S.Cuore è centralissima ; alla Stazione Temini ; quindi punto naturale di incontro.

Perché allora, compatibilmente con gli impegni, i sigg. parlamentari ex-Allievi non potrebbero unirsi a noi , nel nome di D.Bosco ,per quella unica S.Messa domenicale mensile ?. O perché,ancora, non si potrebbe addirittura costituire fra gli stessi parlamentari ex-Allievi di D.Bosco dei vari partiti una apposita Sezione con l’intento di ritrovarsi e , occorrendo, discutere di come portare nel mondo della politica lo spirito e gli insegnamenti di D.Bosco? Che cosa ne pensa?

Qualcuno mi dice che è pura utopia ! Io sono invece molto fiducioso.

La prego di scusarmi del tempo che Le ho sottratto e comunque sono a sua disposizione ove dovesse occorrere, per ogni evenienza.

Gradisca per intanto insieme con i sensi della mia stima ,gli auguri più cordiali di buone feste

Fraternamente in D.Bosco

GIORNATA DELL ‘ EX-ALLIEVO DEL LAZIO : spunti per un dibattito

GIORNATA DELL ‘ EX-ALLIEVO DEL LAZIO

Genzano 29 aprile 07

Una provocazione : spunti per un dibattito

Tre documenti di base :

A – La “buona notte” del Rettor Maggiore ( v. Voci Fraterne )

B – La Lettera Apostolica di Benedetto XVI : Sacramentum Charitatis

C – Il messaggio del Rettor Maggiore – D.Bosco ai giovani ( 31 gennaio 07 )

Nel dettaglio:

A – ) La Buona Notte del Rettor Maggiore

  • -“ si dice che: gli ex- allievi organizzano un pranzo per programmare una prossima cena (!? )
  • – “ a me non piace la parola exallievi,….ma antichi Allievi che vuol dire non aver smesso di essere Allievi di D.Bosco “
  • – “ si deve passare da una adesione affettiva ad un impegno operativo “
  • – “ tornare alla intuizione originaria di D.Bosco :………dunque un po’ dobbiamo riformulare la nostra idea di Famiglia Salesiana “ …. Integrazione degli Antichi Allievi , formazione ….coivolgimento operativo degli antichi Allievi “
  • – La strenna per la Famiglia Salesiana è stata per il 2006 “ La Famiglia “ Adesso viene il tema della Vita . Le grandi sfide dell’umanità sono : Vita , Famiglia ,Educazione . Per noi è un impegno essere cultori della Vita, creare una cultura della Vita!

B -) Lettera apostolica Sacramenrum Charitatis

  • – Il culto gradito a Dio richiede la pubblica testimonianza della propria fede . Questo vale per tutti i battezzati , ma si impone con particolare urgenza nei confronti di coloro che , per la posizione sociale o politica che occupano , debbono prendere decisioni a proposito di valori fondamentali.
  • – Valori non negoziabili .
  • – rispetto e difesa delle vita umana,dal concepimento alla morte naturale
  • – famiglia fondata sul matrimonio fra uomo e donna
  • – libera educazione dei figli
  • – promozione del bene comune in tutte le forme “ matrimonio e famiglia sono istituzioni che debbono essere promosse e difese da ogni possibile equivoco sulle loro verità, perché ogni danno arrecato ad essi è di fatto una ferita che si arreca alla convivenza umana come tale.”

C -) Messaggio del Rettore Maggiore

  • – La vita è il dono più prezioso che avete ricevuto:rispettate , difendete ,amate e servite tutta la vita e la vita di tutti.
  • -Questo mio sogno si concretizza nell’impegno mio e di tutta la Famiglia Salesiana di essere sempre…..promotori della cultura della vita contro tutto ciò che può minacciarla o sminuirla……

Lettera a P. R.

Prof. P. R.

 

Caro P.,

leggo su “ Voci fraterne “ , giuntomi in questi giorni ,il testo quasi integrale della Buona Notte del Rettore Maggiore e mi convinco che contiene effettivamente quello che io ho già ritenuto essere un forte messaggio innovativo per l’intera Famiglia Salesiana e per gli ex-Allievi in particolare!

D.Bosco ,ricorda il Rettore Maggiore , < voleva mettere in piedi un immenso movimento di persone che condividessero con Lui la sua passione per la salvezza dei giovani ,specialmente i più poveri > . Sono nate così la Congregazione Salesiana ,l’Associazione dei Cooperatori , il movimento degli antichi Allievi ! I quali non debbono perciò essere concepiti , alla stregua degli Ex classici , come cioè i componenti di tutte quelle Associazioni di Ex < che organizzano un pranzo , per programmare la prossima cena >. Allora < per tornare alla intuizione originale di D.Bosco ( continua Don Chavez ) dobbiamo riformulare la nostra idea di Famiglia Salesiana ! > < tenendo presente che essere antichi Allievi non significa avere smesso di essere Allievi di D.Bosco ! >

Verrebbe così ad ipotizzarsi una nuova sezione ( parla anche di gruppi ) delle Famiglia Salesiana, quella degli Allievi che non hanno smesso di essere Allievi di D.Bosco , del quale condividono la stessa passione apostolica: la salvezza dei giovani , specie i più poveri ed emarginati .

Di qui la esigenza di una ristrutturazione organizzativa, programmatica ed operativa.

Cominciando dai Centri Locali ,che vanno irrobustiti ! Con un grande lavoro di integrazione , di formazione , di coinvolgimento operativo “ degli antichi Allievi “.

Fin qui un mia disorganica interpretazione del discorso di D.Chavez, su cui è forse opportuno meditare e confrontarci, anche con l’intervento di Padri Salesiani .

Quanto alla nostra Unione accenno brevemente ad alcuni temi organizzativi.

L’Unione del Sacro Cuore ha una sua grande peculiarità : sta a Roma ,nel cuore di Roma , accanto alla Stazione Termini. Gode quindi di un sua grande visibiltà.

Le possibilità di adesione ,ridotte al lumicino per il venir meno del convitto e il ridursi dell’oratorio, potrebbe rivitalizzarsi facendo ricorso , con un po’ di fantasia, anche ad Allievi di diversa provenienza anche internazionale o anche ……di passo : penso ad esempio ai Parlamentari ,con le loro peculiarità .

Quanto alla proiezione verso l’esterno , penso a D.Biavati . Termini allora , anni quaranta-cinquanta pullulava di sciuscià .Fu ancora un miracolo di D.Bosco!

Termini oggi : quanti extra-comunitari specie il giovedì, spesso irregolari , spesso con minori …! Perché non pensare ad esempio a corsi di lingua italiana o di educazione civica in una prospettiva di integrazione, o ad altre attività analoghe di assistenza e guida ?

Mi fermo qui per frenare le fantasia Ma i temi da affrontare potrebbero anche essere tanti per << passare da una adesione affettiva ad un impegno operativo >> , come ci esorta il Rettore Maggiore nella sua Buona Notte .

Ai Soci dell’Unione ex-Allievi D. Bosco

Ai Soci dell’Unione ex-Allievi D. Bosco

Unione del S. Cuore

ROMA

Cari amici e fratelli in D. Bosco,

il breve saluto del Direttore di Domenica 30 Settembre , con le allusioni contenute nel suo affascinante apologo sulla brocca da riempire, ci ha indicato con estrema efficacia due verità su cui meditare : quella della riflessione valutativa e quella della operatività programmata ,da cui trarre ispirazione per focalizzare e pianificare ogni attività .

Ispirandoci perciò allo spirito di tale apologo, che può anche assumere per noi il valore di paterna direttiva, riteniamo fare cosa utile avviare delle riflessioni da cui far emergere “ le pietre “ da inserire nella brocca e abbozzare un programma di attività personali e societarie , anche di medio e lungo termine, della nostra Unione.

A tal fine ,tanto per cominciare,sottoponiamo alla vostra attenzione per trarne spunti di fecondo dibattito :

– la Buona Notte del Rettor Maggiore a chiusura del Congresso Nazionale di Torino

– una breve nota a caldo di un nostro socio su di essa

– copia di una lettera a P. Rodio sullo stesso tema

– le proposte provocatorie lette al Convegno di Genzano

– le Esortazioni di D. Bosco ai suoi ex-Allievi

– copia dei primi due articoli del nostro Regolamento

– la Preghiera e Promessa dell’ex-Allievo

Fiduciosi di aver fatto cosa utile e gradita, vi salutiamo fraternamente.

La Presidenza

Giornata ex allievi a Genzano

TRA PRANZO E CENA

Giornata degli ex.Allievi del Lazio GENZANO 29 / 04/ 07

Aleggiava , quasi beffardo , sul salone affollato da oltre duecento ex-Allievi delle Unioni Laziali , un noto aforisma dopolavoristico secondo cui “gli ex-Allievi organizzano un pranzo per programmare una prossima cena“!

Intanto scorrevano sullo schermo le immagini avvincenti delle Missioni Salesiane del Madagascar:

le aule scolastiche , i laboratori , le cappelle e i dormitori , le estese verdi coltivazioni , i giovani ,tanti giovani! Un miracolo, alla cui realizzazione hanno partecipato anche personalmente il nostro Delegato Regionale Don S. e indirettamente le stesse nostre Unioni con il generoso contributo dei loro associati .

Agli scroscianti applausi che hanno fatto seguito alla fine del documentario ,si sono susseguite le testimonianze dei rappresentanti delle varie Unioni , confermando il loro impegno . Particolare simpatica iniziativa quella di un Socio di Latina che ha messo all’asta dei boccioni di puro olio vergine di oliva di sua produzione , per devolverne il ricavato alle nostre Missioni .

Compassato il documentato intevento del nostro Delegato G. C. , che ha riferito quasi nei dettagli le attività di sostegno della Unione S.Cuore-Mandrione-D.Bosco di Roma , in particolare per la Missione di Ivato , ponendo in risalto tra l’altro la generosa donazione di un nostro Socio ( il cui nome per sua espressa volontà deve rimanere riservato ) di importo tale da essere sufficiente da sola alla costruzione di una Cappella .

Fuori dal coro l’intervento di un nostro Socio che ha portato l’attenzione di tutti noi sulle notazioni programmatiche del Rettor Maggiore al Convegno Nazionale di Torino , nella ben nota“Buona Notte “ ; ma anche su taluni contenuti della Lettera Apostolica del Papa sulla testimonianza pubblica della propria Fede e sui cosiddetti “ Valori non negoziabili “ ; e infine sulla Strenna Salesiana per il 2007 focalizzata sulla Vita , per cui la Famiglia Salesiana assume l’impegno di essere “ promotrice della cultura della Vita ”.

Commovente alla fine della S.Messa la straziante invocazione alla nostra Madre Ausiliatrice : “Siam peccatori , ma figli tuoi ,Ausiliatrice ! “

E poi la tradizionale foto di gruppo e la generosa “ agape fraterna “!

E poi ancora ,inatteso, un autentico fuori numero : “ La preghiera e la promessa dell’ex-Allievo “ sussurrata quasi , perché non da tutti conosciuta , ma da molti subito richiesta , che tanta commozione ha suscitato in tutti noi : “ Esaudisci, Don Bosco , la preghiera che noi ex-Allievi , educati al tuo esempio e al tuo insegnamento…Ti rivolgiamo ! “

Alla fine un gioioso “ Giù dai colli “ , cantato a squarciagola ,chiudeva la giornata su un martellante “ D.Bosco ritorna !” , più volte ripetuto .

E il beffardo aforisma dopolavoristico ? Forse è rimasto in aria , sospeso fra il pranzo e la cena di un prossimo incontro !

Lettera a On.le Berlusconi

On.le Silvio Berlusconi

Presidente Forza Italia

Camera dei Deputati

 

Preg.mo Onorevole ,

La prego di perdonarmi se ardisco importunarla Ma La prego insieme di non cestinarmi subito!

Mi incoraggia a scriverLe il fatto che Lei sia uno dei pochissimi parlamentari che non tema di dichiararsi anche in pubblico , senza remora alcuna , Allievo di D.Bosco !

Lo sono stato anch’io ed insieme con altri ex-Allievi ci ritroviamo insieme, ogni ultima Domenica del mese , per partecipare alla S.Messa , nella Basilica del S.Cuore in xxx xxxxx , xxxxxxxxx, e scambiare dopo fra di noi due parole , nel nome di D.Bosco !

Poiché sono convinto che oltre a Lei vi siano anche molti altri parlamentari , nei diversi partiti , che si sono formati alla scuola del Santo della Gioventù , sarebbe una cosa meravigliosa se , nonostante i gravosissimi impegni , e nonostante il fatto che per molti potrebbe scattare il “ fuori sede “ , se nell’ultima Domenica di ogni mese , alle ore 10 , si potessero ritrovare insieme , nel nome di D.Bosco , nella suddetta Basilica , un certo numero di parlamentari suoi ex-Allievi . Che ne pensa ?

Sarebbe veramente meraviglioso se si potesse anche individuare un giovane parlamentare ex-Allievo di D.Bosco , cui affidare il coordinamento di tali volenterosi e di una tale iniziativa! Non Le pare sia una buona cosa far entrare anche nelle aule parlamentari lo spirito e gli insegnamenti di D.Bosco?

Le invio per conoscenza una copia del giornalino della nostra Unione .

Per doverosa chiarezza preciso che questa è un mia personale iniziativa non rivestendo io alcuna carica in seno a detta Unione , ma essendone un semplice iscritto !

La ringrazio per l’attenzione e La prego di voler perdonare questa mia imprevedibile intrusione !

Sono comunque a sua completa disposizione ad ogni buon fine .